Pubblicità natalizie 2017: gli 8 video migliorilettura 4 minuti

Categories:Blog
Tags:,
Cristiana Calilli

Campagne pubblicitarie 2017

In principio fu Coca-Cola, l’antesignana dello spot natalizio per eccellenza, che non contenta di aver creato Babbo Natale è riuscita anni dopo a declinare lo spirito natalizio in chiave hippie. Era la fine degli anni Settanta e nessuno si sarebbe immaginato il proliferare di campagne tv di auguri di dubbio gusto e dal risultato mediocre che nei decenni a venire avrebbe scandito l’arrivo del Natale, come lo spot del Cornetto Algida faceva con l’estate.

Ogni anno i creativi regalano qualche diamante, in un mare di inutili investimenti pubblicitari di cui non rimarrà traccia nella memoria delle persone.


Vi suggeriamo di ascoltare questa playlist, mentre leggete l’articolo:


Il Natale 2017 passerà alla storia come quello della scelta tra un ferro da stiro, un grembiule o un gioiello low cost. Ma sarà anche il Natale del candito in cerca dell’approvazione sociale, con quel jingle che il cervello umano non riesce a esimersi dal canticchiare 24 ore al giorno.


Le due strade, anche per il Natale 2017 sono state due: cavalcare l’onda della magia, al grido di “facciamoli piangere!”, o solcare il mare dell’ironia, tentando di stare a galla e non precipitare nell’abisso del cattivo gusto.


Noi ci siamo divertiti a fare i vecchietti che osservano il cantiere, assegnando i nostri premi.

Miglior campagna natalizia commovente 2017

Le nomination sono:


APPLE, Natale 2017: l’amore tra due sconosciuti, l’atmosfera magica della fiaba, la neve, la colonna sonora (“Palace” di Sam Smith).


ALLEGRO, Christmas for beginners: unisce ironia e famiglia, lacrime e sorrisi.


FELTRINELLI, Oltre le pagine: un corto firmato da Paolo Genovese, un branded content di 4 minuti.


And our winner is…

FELTRINELLI perché riesce a uscire dalla logica del rumoroso spot, pubblicizzando un prodotto fatto di parole senza usarne, senza dialoghi, solo attraverso le parole dei titoli dei libri.


Campagna “bambini a Natale” 2017

In questa categoria le nomination sono per due competitor del medesimo settore merceologico:


JOHN LEWIS, Moz the Monster: sulle note di una cover di Golden Slumbers dei Beatles, un bambino affronta le proprie paure e le addomestica.



MARKS&SPENCER, Paddington & the Christmas visitor: la storica catena inglese sceglie anch’essa la forma del personaggio per bambini ma con un intento sociale. Paddington, il celeberrimo orsetto di recente protagonista di film di animazione tanto amati dai piccoli, è l’emblema dell’Inglese che ancora ha fiducia nel prossimo. La bontà può cambiare il mondo, sembrerebbe dirci M&S.


BBC ONE, Supporting Act: altro che regali, quello che conta a Natale è esserci. Esserci davvero, con il cuore e la mente, non solo con il corpo. Un corto in stop motion, che com-muove lo spettatore e lo coinvolge anche grazie alla colonna sonora travolgente. Vi sfidiamo a star fermi!

And our winner is… BBC One, che sbaraglia la concorrenza con il suo messaggio universale, rivolto ai genitori ma non solo.


Campagne natalizie ironiche 2017

Ed eccola, la categoria preferita da noi di Comunimagination, le campagne pubblicitarie ironiche.


MOTTA, Come un candito a Natale: il 2017 è stato l’anno dell’asteroide del Buondì Motta, che aveva sbalordito il pubblico facendo letteralmente esplodere il luogo comune della mamma angelicata, con tanto di roselline e twin-set color pastello. Coraggiosa, l’azienda di prodotti da forno ribalta anche il Natale, portandosi a casa il tormentone del Natale 2017. Campagna studiata appositamente per il web, è in linea con il riposizionamento del brand.


ACTION AID e THE JACKAL, AIUTIAMOLI A CASA LORO: il video studiato per il web parte dagli assunti xenofobi e razzisti che si leggono sui social o si sentono sul tram. È un gioco di antitesi tra luoghi comuni e adozione a distanza. Ottimo il ribaltamento del buonismo che spesso pervade gli spot delle ONG. Un po’ meno riuscito, secondo noi, l’anticlimax troppo debole che non distrugge del tutto i concetti razzisti iniziali. Si rimane con un retrogusto amaro.


And our winner is: MOTTA!


Sempre più i grandi brand stanno spostando i loro investimenti pubblicitari legati alla stagionalità sul web. È sui social, infatti, che le marche possono instaurare quel dialogo  e cementare quel rapporto emotivo con la loro community, allargandone anche i confini.

Il web diventa dunque il luogo ideale per rendere gli auguri di Natale l’occasione per regalare alle persone un contenuto che faccia sognare e che apra la porta sul mondo che rappresenta la marca.


Buon Natale, che la creatività vi accompagni sempre! … anche se per noi il vincitore è sempre lui, lo spot Coca-Cola di tanti anni fa.

Campagne Pubblicitarie 2017 – Campagne Pubblicitarie 2017 – Campagne Pubblicitarie 2017 – Campagne Pubblicitarie 2017- Campagne Pubblicitarie 2017 – Campagne Pubblicitarie 2017