L’importanza dell’immagine coordinata per la tua aziendalettura 4 minuti

Creare la nostra azienda non è un fatto puramente giuridico ed il successo del nostro marchio e del nostro prodotto non passa solamente attraverso la qualità di ciò che noi vendiamo.

In un’epoca dove siamo investiti quotidianamente da immagini pubblicitarie (sia online che offline) risulta essere sempre più importante saper dare alla nostra azienda un’immagine riconoscibile ed individuabile in mezzo a tante altre.

Fondamentale la creazione di una nostra personale brand identity ovvero quell’identità del brand che dovremo necessariamente comunicare online e offline.

Lo studio e lo sviluppo dell’immagine coordinata e quindi della nostra personale brand identity aiuteranno la nostra azienda ad ottimizzare il nostro brand recall, ovvero il ricordo della marca da parte del pubblico. Farsi ricordare è quello che ci interessa, arrivando al cuore delle persone.

L’immagine coordinata è quel trait d’union che collega ogni aspetto della tua azienda senza lasciare nulla al caso:

  • Qualità o tipologia delle immagini;
  • Tipologia di font utilizzato;
  • Palette di colori caratteristica del tuo brand (max 3 colori);
  • Tono del messaggio o dei messaggi che vengono rilanciati sui media oppure nell’offline quotidiano;
  • Utilizzo del logo;
  • Impaginazione di tutti i documenti e le comunicazioni dell’azienda.

Il fatto che tutti questi aspetti siano coordinati tra loro, aiuta le persone a ricollegare l’immagine con la nostra azienda. 

In passato lo studio e lo sviluppo dell’immagine coordinata sono stati sottovalutati, soprattutto dalle piccole e medie aziende, come se fossero passaggi importanti solo per i marchi più famosi. Ancora oggi è comunque sottovalutata, ed inserita tra le ultime e improbabili voci di spesa.

Negli ultimi anni, con la concorrenza sempre più agguerrita, sapersi differenziare e rendere visibili ma soprattutto riconoscibili è diventato uno dei punti di forza di tante piccole aziende che hanno fatto della loro immagine uno  traino per il proprio business.

La nostra immagine deve essere sempre riconoscibile e in linea con noi stessi. Approfondisci i modi per rendersi riconoscibili su Instagram

I nostri clienti – o potenziali clienti – sono sempre di corsa e sempre distratti. Lo scorrimento delle immagini sui social è rapido e compulsivo e avere immagini/colori o scelte grafiche lontane tra loro sulle differenti piattaforme non ci farà riconoscere immediatamente. Risultato? L’utente passerà oltre e il nostro messaggio cadrà nel vuoto.

Naming e logo aziendale

Chi sei? Di cosa ti occupi?

Il nome del brand e il logo devono racchiudere l’essenza della nostra azienda.

Trovare un nome evocativo o che ne racchiuda l’essenza caratteristica dell’azienda è un’ottima scelta. Cambiare il logo continuamente snaturando la sua identità invece non è la scelta più saggia.

Prendere immagini a caso dal web accostando ad esse una scritta con un font casuale è quanto di più svilente possiamo fare per il nostro brand.

Aggiornarlo mantenendo la sua essenza, modificando le linee che lo rendano più attuale e in linea con il gusto e del momento è una scelta giusta.

 

Case history di un logo: LEGO

Portiamo ad esempio uno dei brand di giochi per bambini più famosi a livello planetario: LEGO.

Il nome LEGO è un’abbreviazione delle due parole danesi “leg godt”, che tradotte significano “gioca bene“. Un nome che di fatto incarna la mission dell’azienda.

La LEGO ha dal 1932 mantenuto il suo logo aggiornato (vedi l’evoluzione del logo della LEGO) al passo con i tempi, lasciando sempre un filo logico con il precedente appena sostituito per non perdere l’immediato ricordo visivo del marchio. 

 

Scelta della palette di colori aziendali

La scelta dei colori è un passaggio molto importante per la creazione di una brand identity.

Scegliere dei colori semplicemente “perché mi piacciono” probabilmente non otterrà un grande impatto visivo.

L’immagine coordinata di un’azienda, infatti, vorrebbe che i colori utilizzati si ripetessero non solo su loghi, biglietti da visita, carta intestata e ogni tipo di supporto utilizzato dalla nostra azienda, ma anche su eventuali divise, arredi interni, autoveicoli, packaging dei prodotti e qualunque altro materiale.

Prendiamo come esempio Poste Italiane.

I colori scelti sono due: giallo e blu acceso.

Questi due colori vengono ripetuti su qualunque oggetto a cui clienti, prospect e dipendenti sono esposti: arredi degli uffici postali, mezzi di servizio, divise del personale, folder pubblicitari, cartoline, sito, advertising pianificate su qualunque mezzo di comunicazione online e offline. 

Chiunque saprebbe indicare i colori di Poste Italiane, ma non solo: se esposti a quella tonalità di blu e quella tonalità di giallo, abbinate, a chiunque in Italia viene in mente Poste Italiane. 

 

In sintesi l’immagine aziendale deve rispecchiare i valori fondanti del brand. Tale immagine deve essere la medesima su tutti i materiali di comunicazione online e offline, ma anche oggetti e supporti a cui clienti, prospect e dipendenti sono esposti.

WhatsApp Scrivici su WA